La Strage dei 7

La Strage Dei 7

È il 1999, sette amici, che si erano persi di vista, si sono ritrovati dopo tanto tempo, decidono di partire per un fine settimana all’insegna del divertimento, la loro meta è Assergi in Abruzzo, un piccolo paese vicino L’Aquila, apprezzata meta sciistica degli anni 2000. Ad aspettarli una strana padrona di casa, che nasconde un terribile segreto. È l’inizio di un incubo per i ragazzi, che non faranno mai ritorno a casa, uccisi uno dopo l’altro, vittime di un demone vendicativo.

Nel 2015 Frank Allen, un ricco americano di successo, acquista quella casa, ignaro dei fatti accaduti quindici anni prima. Sarà proprio lui a scoprire quale segreto nascondeva la padrona di casa e a dare un nome allo spietato demone, del quale conoscerà la sua implacabile sete di vendetta…


“La strage dei 7”, romanzo d’esordio della scrittrice Chiara Gentili, alias Angelicah Writer, mescola la tranquilla e misteriosa quotidianità del paesino abruzzese di Assergi, in provincia dell’Aquila, con una vicenda horror in cui la cronaca è soltanto una maschera, il macabro velo che occulta una realtà difficile da accettare.

Recensione di “abruzzolike.blog”

Recensione


“Ogni singola pagina risulta permeata da mistero e suspence elementi portanti che la scrittrice tratta con cura quasi maniacale.”

Recensione di “OUTOUT MAGAZINE”

Recensione


“La cura del dettaglio è ciò che rende questo libro consigliabile e leggibile, perché dona punti in più a tutta l’opera” (Blog – Amante dei libri)

Recensione di “amante dei libri”.

Recensione


“Angelicah riesce a far uscire un prodotto di qualità. Le descrizioni sono scritte in maniera perfetta che ricordano persino una sceneggiatura di Dario Argento.” (Blog – L’angolo delle parole)

Recensione di “l’angolo delle parole”.

Recensione


Il Romanzo è In Vendita Su Amazon Store!


ESTRATTO DEL ROMANZO

Mara Ianni seppellì viva sua madre in cantina di giovedì, il quarto giorno della settimana, secondo la Genesi, quando Dio creò il sole, la luna e gli astri del cielo, quello che Rosa Giuliani non avrebbe più visto. Era il 18 novembre 1999.

Mara era una donna esile, alta un metro e sessanta, di cinquanta chili, aveva trasportato il corpo pesante della vecchia dalla camera da letto al primo piano, fino alla cantina, alla quale si accedeva passando per il cortile. Prima di tirarla giù dal letto, le aveva legato con un laccio di stoffa le mani tra loro all’altezza dei polsi, la stessa cosa aveva fatto con i piedi all’altezza delle caviglie, in modo che gli arti non penzolassero dandole intralcio durante lo spostamento; poi l’aveva trascinata per le scale, prendendola sotto le ascelle, camminando all’indietro. Dall’alto i nodi del legno incastonati sulle grosse travi, che sostenevano il soffitto dell’intero edificio, come occhi curiosi la osservavano con attenzione scendere uno scalino di pietra alla volta, cercando di non cadere. Arrivata al piano terra, sì aiutò con la sedia a rotelle per trasportarla fuori. Era giunta in cantina, il freddo si faceva sentire, nuvole di vapore uscivano dalla bocca di Mara, che aveva il fiato corto per la fatica, l’acchiappò per entrambe le caviglie e la tirò a sé, in questo modo riuscì a farla scivolare dalla sedia senza farle sbattere la testa, sempre tenendola per le gambe la fece strusciare a terra e la trasportò fino a dentro la fossa che aveva scavato di notte, mentre la vecchia dormiva. Fece attenzione a non strapparle il vestito nero che le aveva messo per l’occasione…


Prima edizione 2017

Editore: PubMe, prima edizione 2017

ISBN EBook: 8871636872

ISBN Libro cartaceo: 9788871636870


Guarda il Book trailer

Oppure Clicca qui