Sei un vero critico letterario o un’affossa scrittori improvvisato?

74A6AAED-2969-4BAB-BCCA-20DDEDA40F6B.jpeg

E’ ormai da qualche tempo che navigo sul Web in cerca di spunti interessanti per il mio blog, e mi sono resa conto che appena si parla di libri spunta un sito internet che si occupa di recensioni. Postare sui social network le proprie impressioni, dopo aver letto un romanzo, è diventato un nuovo modo di fare critica letteraria.

Non ci si può improvvisare recensori.

I critici letterari improvvisati vengono anche definiti affossa scrittori, perché non sono capaci di fare il loro lavoro.

Per diventare un blogger professionista che si occupa di recensioni letterarie bisognerebbe prima di tutto studiare. Partendo ad esempio da manuali di critica letteraria, e leggendo opere classiche di Dostoevskij, Balzac, Jane Austen, Italo Calvino, Pirandello, etc. (per citarne solo alcuni). Conoscere a fondo la letteratura è fondamentale, individuare tutte le sfumature dei diversi stili, saper riconoscere la struttura di un testo e il modo in cui si sviluppano i personaggi. Le basi fondamentali riguardano le competenze linguistiche e letterarie, oltre che una padronanza delle diverse tecniche di scrittura e una buona cultura umanistica.

Parlare semplicemente di un libro, non significa recensirlo criticamente.

Io penso a scrivere, non a recensire, però ti posso elencare cosa non mi piacerebbe leggere sulla recensione di un mio romanzo.

Come si scrive una buona recensione?

  • La trama non deve essere svelata, perché rovina il gusto di leggere il libro. Molti blogger nelle loro recensioni fanno una sintesi del romanzo, rivelando tutto o quasi ai lettori. Che gusto c’è ad acquistare un libro di cui sai già tutto?7

Affossa scrittori!

  • La recensione dovrebbe essere asettica e oggettiva. Se sei un professionista non puoi scrivere: “il libro mi è piaciuto” o “questo libro non è il mio genere”. Leggi su commissione, hai deciso tu di definirti critico letterario. Oppure lo fai solo per avere libri gratis da leggere?

Affossa scrittori!

  • Dovresti essere capace di contestualizzare il libro e accompagnare il lettore nella giusta ambientazione. L’autore quelle misere 200 pagine, che tu hai letto con una paio di giorni, le ha scritte con fatica. Ti sei mai chiesto perché? In che momento della sua vita ha partorito quell’idea? Che cosa ti vuole comunicare?

Affossa scrittori!

  • Assolutamente vietato svelare il finale. Questo punto si ricollega al numero 1, non aggiungo altro.

Affossa scrittori!

Tu, che ti improvvisi recensore letterario non sottovalutare l’importanza che può avere un’opinione, è fondamentale per il destino dell’opera e non riguarda solo te. Il giudizio online su un libro fa parte di un processo valutativo che abbraccia anche circuiti di selezione e di qualità.

La tua passione è recensire i libri? Non vuoi fare altro?

D’accordo! Ma ricorda che la passione da sola non basta.

I’M NOT CRAZY, I’M A WRITER.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...